Barbara_Taddei

Insieme a mia figlia…

Fra le tante Email e messaggi privati che ricevo ogni giorno, ne ho selezionata una che condividerò con te. E’ la testimonianza di Barbara, la mamma di una ragazza adolescente che vive a Firenze  e che condivide l’esperienza della lettura del libro Genitori Coach.

Mi piace molto l’utilizzo che Barbara ha fatto del libro insieme alla figlia. Se hai già letto il libro Genitori Coach, ti invito a scrivermi in privato la tua esperienza e se vuoi, puoi anche a scrivere qualche riga qui sotto. Potrai essere d’ispirazione e di aiuto a molte persone che ancora non hanno letto il libro e che continuano ad avere a disposizione meno strumenti di quelli che hai tu.

Aiutiamoci a migliorare il mondo!

Stefano Denna

“Carissimo Stefano,
ho iniziato a leggere il tuo libro Genitori Coach con molta perplessità ma seguendo alcuni consigli ho visto migliorare il rapporto tra me e mia figlia adolescente.

La mia vita parla di dolore, di rabbia, di desiderio di ricominciarne una tutta nuova…
Ma si sa una cucina la puoi comprare  due volte, una vita no, quella è una sola…
Sono un insegnante, (supplente) per necessità di stipendio perché il mio lavoro era un altro, anche se il mio desiderio più grande sarebbe quello di comunicare e trasmettere qualcosa agli altri…
Insomma vorrei rubarti il lavoro perché quello che so fare meglio nella vita è dare consigli…

E secondo me quelli che ci riescono meglio sono quelli che più della teoria del dolore hanno la pratica. La mia vita è stata bellissima fino a 30 anni, vengo da una famiglia semplice, piena di valori morali forse troppi perché poi sono gli stessi che non ti permettono di andare “oltre”, di rischiare di essere e di volere quello che tu desideri veramente.

Ecco leggendo il tuo libro  mi si è accesa una lampadina riguardo a una domanda che  parlava della famiglia di origine. Premetto che Genitori Coach mi é stato regalato dal mio compagno che non è il padre di mia figlia, il quale sostiene che io rovino mia figlia con la mia educazione.


RICEVI gli aggiornamenti dalla nostra NEWSLETTER
e l’e-book gratuito con i 9 errori da non commettere con i  figli!

arrow-red-2

ISCRIVITI!


In effetti le difficoltà le ho avute negli ultimi due anni, da quando a dodici anni, mia figlia Donna è entrata nell’adolescenza. Pensa che quando l’ho conosciuto le ero piaciuta proprio come madre. Mia figlia come me ha sofferto l’inferno della separazione e tante altre cose del padre che non sto nemmeno a raccontare, così io ogni volta che mi sentivo in colpa per averle dato un padre così immaturo, forse la assecondavo nei suoi capricci e quindi si è creato un rapporto tra noi malsano fatto di ricatti reciproci. Ritornando al libro, una delle prime domande sul libro mi ha fatto accendere una lampadina, e come in un flash ho capito che forse stavo educando mia figlia nel 2014 con gli stessi atteggiamenti morali o con gli stessi strumenti che avevano i miei genitori.
Mi sono posta quelle domande all ‘infinito…è vero che io sono stata una figlia modello (parlo di droga, bere),  ma poi alla fine tutto questo modello mi ha fatto inseguire i miei sogni? La risposta è no! Se guardo indietro l’unico desiderio realizzato e anche il più bello in assoluto è mia figlia, ma sul piano personale non ho realizzato ciò che volevo.

Anzi ho sbagliato anche prendendo un marito più per ideale di amore , e non perché credevo in lui come persona.
Da li ho preso appunti ogni giorno dal libro, mi sono fatta domande e le ho fatte a mia figlia finché insieme non abbiamo capito che non credevamo l’una nell’altra per colpa anche degli eventi della vita.

Abbiamo letto insieme il libro perché lei è molto curiosa e da li ci siamo caricate a vicenda ogni mattina, lei sulle mie scelte io sullo studio e abbiamo notato un cambiamento incredibile. Adesso la nostra casa è piena di biglietti evidenziati su quello che sono delle piccole regole e non più ricatti. Mia figlia Donna ha mandato la foto su whatsapp a tutte le amiche e tutte le mamme mi hanno chiesto informazioni.
Non credo di essere una mamma coach ma di sicuro ho capito dove sbagliavo grazie a questo libro.

Grazie Stefano per il libro ed è stato bellissimo anche raccontarmi.

A presto!

Barbara

Lascia un tuo commento...

Leave A Response

* Denotes Required Field