genitori coach gioia

Messaggi negativi…tra le feste natalizie

Messaggi negativi dati durante le Feste Natalizie

Le feste natalizie sono appena passate, i ragazzi sono tornati a scuola ed è ricominciata la routine fatta d’impegni e di abitudini.
Volevo solo soffermami qualche momento per condividere con te alcune riflessioni.
Riflessioni rispetto ad azioni, pensieri e comportamenti legate al Natale appena passato, alle feste e ai doni.

La possibilità d’imparare, di crescere, di evolverci
attraverso l’esperienza è un’opportunità
che noi abbiamo praticamente ogni giorno.

Da quando ho la fortuna di avere un figlio sono tornato a vivere il Natale con la Gioia di un bambino e ho notato alcuni messaggi molto negativi per la crescita dei nostri figli, contenuti in frasi, detti e consuetudini.

Quello che leggerai potrà sembrarti eccessivo o esagerato, ti chiedo solo di prendere in considerazione per un attimo le riflessioni e poi di scegliere cosa è più utile per l’evoluzione e la felicità tua e per quella dei tuoi figli.

Praticamente nessuno dei nostri pensieri, delle nostre convinzioni è frutto di una nostra scelta consapevole, ma di una sorta di programmazione esterna. Diventarne consapevole ti può permettere di decidere a cosa credere.

Al di là dei significati religiosi del Natale o dell’Epifania, cosa si aspetta di ricevere la maggior parte dei bambini di tutto il mondo?
Banale giusto? La risposta è semplicemente ricevere dei regali.
Trovare dei pacchetti ben confezionati sotto l’albero o il presepe o ricevere dalle mani forti di Babbo Natale a da quelle più avvizzite della befana, dei dolci o qualcosa che si è desiderato. Quasi sempre dei giochi.

Nella maggior parte dei casi arriva esattamente ciò che si è desiderato o perlomeno qualcosa che gli assomiglia molto.

Ricevere ciò che si è desiderato è pura magia.

Qualcosa di molto semplice che permette a chi desidera e riceve di avere fede.
Il senso di testi che spiegano la famosa “Legge d’attrazione” o gli antichi concetti caballistici si basano proprio sul concetto di desiderio.
Cosa sono gli obiettivi se non dei desideri specifici con una scadenza?

Da adulto ho dovuto leggere molti libri, frequentare corsi per arrivare ad una conclusione che conoscevo benissimo da bambino. Non ti pare assurdo?

Nello scrivere la letterina a Babbo Natale ogni bambino rispetta perfettamente le regole di buona formazione dell’obiettivo dettate dalla Pnl.

Fino a qui tutto bene, tutto ok, tutto utile per la crescita di un bambino che diventerà un adulto. Quando i bambini crescono un pochino entrano in campo gli adulti, nella maggior parte dei casi i genitori che compiono alcuni scempi.

Il primo è quello di legare l’arrivo del dono al merito. Se sei stato un bravo bambino arriverà il regalo. Se ti sei comportato bene che, in poche parole significa, se hai svolto i compiti e i doveri che i grandi ti hanno dato, allora il desiderio si realizzerà e arriveranno i giochi e i dolci.

Come dire che il perfetto esecutore avrà i regali e l’amore rappresentato dal Natale, in caso contrario ci sarà la colpa del non aver fatto bene i compiti.

Capisci quanti danni sono stati causati da questo comportamento apparentemente innocuo o insignificante?

I “bravi bambini” continueranno a fare il loro dovere per ricevere amore, anche quando saranno diventati adulti e avranno grandi difficoltà in seguito a guidare se stessi e gli altri in un mondo che sempre di più richiede Leadership da ogni singolo individuo.

I bambini che invece non fanno i bravi, almeno che non abbiano una forza interiore straordinaria, saranno accompagnati in molti momenti dai sensi di colpa e spesso avranno dei moti di ribellione che li renderanno instabili.

Arrivati al momento in cui il bambino diventa grande il capolavoro:

attesa-NataleBabbo Natale non esiste = i desideri sono cose stupide.

I bambini smettono di credere e desiderare e rimangono con la programmazione del merito e del senso di colpa.

Figo vero?

Le seconda cosa su cui voglio mettere l’attenzione insieme a te è il concetto di festa. Il calore famigliare, il pensare a fare regali e a creare sorprese e scoprire che c’è più bontà nelle persone rispetto a quello che crediamo perché devono essere circoscritte a pochi giorni all’anno?

Pensa a quello che succederebbe se le persone avessero lo stato d’animo del Natale nella maggior parte dei giorni dell’anno. Come sarebbe lavorare all’interno di quell’energia?
Come ci comporteremmo con le altre persone?

C’è un vecchio detto che non mi piaceva fin da quando ero bambino. Lo trovavo inquietante e sbagliato.
“L’Epifania che tutte le feste porta via”. Come dire che dal 7 Gennaio solo doveri e basta Gioia e Allegria.
Per essere Felice devo aspettare le prossime feste, quelle di Pasqua o almeno la Domenica.
Non sta a me dire o chiedere a chi o cosa può giovare tutto questo e a chi farebbe comodo un mondo di persone serene, rispettose e non violente.

Io penso che un mondo in cui ogni giorno possiamo vivere la felicità e la Gioia sia possibile. Abbiamo tutte le risorse dentro di noi, risorse che ci dimentichiamo di avere che di conseguenza non possiamo allenare.

Non so se hai già letto il libro Genitori Coach, partecipato ad una delle serate dal vivo in giro per l’Italia o se hai semplicemente ascoltato una delle pillole audio o il Podcast, ma di una cosa sono assolutamente certo.

Se hai letto questo articolo e stai sorridendo, probabilmente credi anche tu in un mondo migliore. Per rendere migliore il mondo non dobbiamo concentrare la nostra energia sui Leader Politici o Religiosi, ma su noi stessi.


RICEVI gli aggiornamenti dalla nostra NEWSLETTER
e l’e-book gratuito con i 9 errori da non commettere con i  figli!

arrow-red-2

ISCRIVITI!


Miglioriamo il nostro modo di comunicare, il nostro Atteggiamento e diventiamo più Leader, più Coach di noi stessi per poter guidare i nostri figli verso la luce dei loro desideri. Gli stessi desideri che avevamo noi e che abbiamo dimenticato.
Non intendo solo desideri materiali, rappresentati da oggetti e giochi, ma il desiderio di quel mondo in cui le persone crescono senza danneggiarsi e sono FELICI.

Continuerò a scrivere e a registrare file audio da condividere con te se lo vorrai e ricordati di una cosa: sei una persona speciale!

Tu stai investendo parte del tuo tempo e della tua energia per migliorarti, altrimenti non saresti qui e mi complimento con te.
Aiutami ad espandere questo sogno nel modo che preferirai. Adesso abbiamo tanti strumenti che puoi utilizzare.

La pagina Facebook, il sito, il Podcast e altre tracce audio che puoi trovare in rete. Naturalmente il libro e in futuro un video corso.
Se frequenti il percorso Fly in una delle 15 città italiane, applica le cose che impari e dedica sempre almeno una serata alla settimana alla tua evoluzione. Prendi in considerazione, se il tuo contratto sta scadendo, la possibilità di rinnovare per un altro anno.

Se vuoi saperne di più scrivimi pure, ti risponderò e ti farò contattare da uno dei miei colleghi o collaboratori.

Solo un’ultima cosa: ricordati di essere FELICE!

Un abbraccio e un sorriso.

Firma_STEFANO_OK

 

 

Lascia un tuo commento...

Leave A Response

* Denotes Required Field